Paolo Stella, c/o cowo Falegnameria Bellavitis - Via G. Bellavitis, 10  -  36100 Vicenza - Cell. 342 1285485

paolo.stella2@archiworldpec.it - pmstella@gmail.com - C.F. STLPLA55B10L840F - P.I.: 02794350245

Copyright by Paolo Stella | Designed by Paolo Limoli | Website by Pikistudio

Parco al bosco
riqualificazione del principale parco pubblico di Thiene (VI)

Riqualificazione del Parco al Bosco

Realizzazione: 2016

Committente: Comune di Thiene (VI)

ESTRATTO RELAZIONE ILLUSTRATIVA

 

Premessa

Il presente Progetto prevede la Riqualificazione del Parco al Bosco, comprensiva della ridefinizione di tutti i percorsi pedonali, della realizzazione dell' intera nuova illuminazione, e dell' integrazione dell' arredo esistente con alcuni nuovi elementi qualificanti; e tutto ciò per far sì che alla fine dei lavori il Parco appaia completamente rinnovato e più “ricco” di quanto non si presenti allo stato attuale. ……………………..

Descrizione dei diversi interventi

L’intervento consiste nei seguenti interventi principali: a) - Realizzazione della nuova pavimentazione dei vialetti pedonali, in parte in cemento diversamente colorati e decorati; in parte in stabilizzato, pure realizzati a diversi colori, con l'aggiunta di frantumato di marmo tipo giallo Siena o tipo rosso Verona. La maggior definizione dei contorni dei nuovi percorsi, la loro diversificazione cromatica e materica, avrà la funzione di rendere la percezione della percorribilità del Parco più agevole e più varia rispetto alla attuale. Alcuni degli attuali sentieri saranno eliminati sia per razionalizzare la percorribilità del Parco, sia per aumentarne l'area verde.

b)- Completamento della pista ciclabile esistente , (che allo stato attuale tange il Parco solo nel suo perimetro est e nord-ovest), realizzando la chiusura dell'anello per la parte rimanente, in modo che tutto il Parco sia cinto esternamente da una pista ciclabile. La stessa sarà realizzata, come parte dei percorsi pedonali interni al Parco, in stabilizzato impastato con la calce, per riunire assieme ad una buona integrazione col contesto naturale, anche la compattezza della superficie della pista che ne ridurrà considerevolmente la manutenzione.

Affiancherà tutto il nuovo tratto di pista ciclabile una rete di recinzione per separarla dal Parco, e renderla agibile anche durante la chiusura dello stesso………………….

c)- Realizzazione di un “attraversamento pedonale giocoso” che ha la funzione di far percepire, a chi si avvicina al Parco, che si sta entrando in uno spazio “divertente”, oltre che rilassante. L'attraversamento collega l'ingresso principale del Parco con il Parcheggio dirimpetto. Rappresenta due grandi piedi come se un gigante attraversasse la strada lasciando le sue impronte, vuole esaltare la figura del pedone nei confronti dell'automobilista.

d)- Collocazione sopra a uno degli alberi del Parco di una casetta in legno, con accesso tramite scaletta in rete sorretta da un telaio in legno, e uscita tramite scivolo, ancora parzialmente protetto da una rete. Il tronco dell'albero prescelto, a circa 3 ml di altezza si biforca in due, ed è proprio questo uno dei motivi per cui è stato scelto: il bambino che entra nella casetta si troverà ad attraversare l'albero, che occuperà molta superficie nella stanza; il contatto con la Natura dovrebbe rivelarsi potente. La casetta sarà realizzata completamente in legno con i colori e la conformazione illustrati nell'elaborato 21. All'interno si è previsto di collocare alcune sedute e un tavolino. Le finestre sono protette da una rete di corda, per rendere più sicura la struttura, e per dare alla casetta una immagine il più “naturale” possibile.

e)- Collocazione al centro del Parco, alla convergenza di tutti i percorsi pedonali, di un gazebo da realizzarsi con una serie di rami di salice intrecciati fino a raggiungere la conformazione illustrata nell'elaborato 23. Il centro del Parco diventerebbe così il luogo del ritrovo, dell'incontro, un posto dove poter organizzare piccole manifestazioni di musica, recite di poesie, giochi, piccoli spettacoli teatrali o di burattini, recite di poesie, presentazione di libri. Si prevede di collocare sotto il gazebo alcune panchine, recuperate e sistemate tra quelle già presenti nel Parco, e di illuminare la struttura con una serie di fari da collocare alla base di ciascuno degli otto appoggi a terra dei rami. Il gioco ora collocato in quel punto sarà spostato in altra area del Parco. La cupola perderà le foglie nella sua veste invernale, ma anche così l'intreccio dei rami presenta un suo fascino costruttivo.

f)- Sistemazione della pista di pattinaggio esistente con la sua riasfaltatura, e la decorazione di tale superficie fino ad ottenere un “serpente che si morde la coda”, così come graficamente proposto nell'elaborato 4. La superficie che sarà occupata dalla testa dovrà essere completamente rifatta con un sottofondo in cemento.

g)- Realizzazione della nuova illuminazione pubblica ad alta efficienza, composta sia da cavidotti interrati, che da nuovi pali e corpi illuminanti. ………………………………..

Gazebo di salice
al centro del Parco è stato collocato un Gazebo di salice, vero punto focale dell'area verde
la casetta sull'albero
Grande divertimento e realizzazione di un sogno
il vecchio trenino anni '50
è stato ridipinto e arricchito di rotaie, cartello di STAZIONE, campanella.
percorsi pedonali
eseguiti in Drain Beton con 4 colori ed inserti di marmo. Il disegno complessivo forma un FIORE colorato
la pista di pattinaggio
trasformata nel serpente che si mangia la coda...
attraversamento PIEDONALE
si è accolti nel Parco passando la strada su un attraversamento PIEDONALE!
planimetria generale
disegni casetta sull'albero
disegni gazebo
Mostra altro
la casetta sull'albero

Grande divertimento e realizzazione di un sogno