Paolo Stella, c/o cowo Falegnameria Bellavitis - Via G. Bellavitis, 10  -  36100 Vicenza - Cell. 342 1285485

paolo.stella2@archiworldpec.it - pmstella@gmail.com - C.F. STLPLA55B10L840F - P.I.: 02794350245

Copyright by Paolo Stella | Designed by Paolo Limoli | Website by Pikistudio

GIARDINO DELLA CULTURA - Progetto per una Biblioteca all'aperto

Realizzazione di una biblioteca all'aperto in piazza A. Vellere

progetto: Luglio 2018

progetto: Archh.: Paolo Stella, Michele Slaviero, Mirko Ballardin

committente: Comune di Sarcedo (VI)

ELABORATO_7_VISTA_N°4_DI_PROGETTO
ELABORATO 1_INQUADRAMENTO TERRITORIALE
ELABORATO 2_PLANIMETRIA GENERALE STATO DIFATTO
ELABORATO 3_DOCUMENTAZIONE FOTOGRAFICA STATO DIFATTO
ELABORATO 4_PLANIMETRIA GENERALE DI PROGETTO
ELABORATO_5_VISTA_N°1_DI_PROGETTO
ELABORATO_6_VISTA_N°2_E_3_DI_PROGETTO
ELABORATO_8_VISTA_N°5_DI_PROGETTO
ELABORATO_9_VISTA_N°6_DI_PROGETTO
ELABORATO_10_VISTA_N°7_DI_PROGETTO
Mostra altro

Relazione illustrativa e tecnica

Uno dei sogni dell’Amministrazione di Sarcedo è quello di poter realizzare una Biblioteca all’aperto nello spazio verde posto a fianco dell’attuale Biblioteca Civica sita in Piazza A. Vellere, in modo tale che se i cittadini non vanno in Biblioteca, sia la Biblioteca ad andare verso i cittadini.

Il progetto che si presenta è ispirato dai seguenti concetti:

 

1) - La Biblioteca all'aperto è pensata come un ampliamento senza soffitto di quella al chiuso posta di fronte, e con la stessa fortemente correlata. Per rafforzare, anche visivamente, questa sensazione si sono studiate due soluzioni:

a -  il percorso pedonale che costituisce la spina che collega i “padiglioni dei libri”, ricalca in pianta la sagoma del muro dell’edificio di fronte, quasi a simboleggiare lo spostamento dello stesso verso il prato, e quindi l’ampliamento della struttura.

b - La struttura dei padiglioni (in metallo colorato) richiama evidentemente i telai posti in facciata, che hanno la funzione di scardinare la rigidità della stessa, ma anche di usare gli stessi “segni” per rafforzare il collegamento di cui dicevamo. Il prospetto dell’edificio diventa così parte integrante del progetto

(a questo scopo abbiamo pensato di scrivere su questi pannelli delle grandi lettere che possono diventare il titolo stesso dell’opera “LIBRI LIBERI”). 

Uno di questi pannelli, è pensato come schermo per le proiezioni, che nella bella stagione diventano strumenti integrativi delle attività della Biblioteca.

 

2) - Le sue strutture devono essere attrattive per gli utenti. I “padiglioni dei libri” sono realizzati con una semplice struttura metallica colorata fissata a terra, a cui vengono agganciati gli elementi funzionali (panche, tavolini, pannelli filtranti, contenitori, coperture, etc). I padiglioni vogliono essere leggeri e permeabili alla vista. Tutti gli elementi accessori già citati che si agganciano al telaio metallico, andranno realizzati in legno, per “scaldare” i luoghi di sosta. Uno dei tre padiglioni verrà realizzato su uno degli alberi che si affacciano sull'area verde, perché diventi il rifugio dei lettori più piccoli. 

Oltre ai padiglioni si è pensato ad un’area lettura solo pavimentata e circondata da panchine fisse, e a delle sedute sparse nel prato, in modo da diversificare il più possibile gli spazi di lettura.

c – La Biblioteca all'aperto porge particolare attenzione ai bambini, ed in quest’ottica il progetto propone il padiglione sull'albero (sogno di tutti i bambini!).

Al padiglione sull'albero si accede con una scaletta a pioli opportunamente protetta, che avrà anche la funzione di pilastro, per sostenere (assieme all'albero) il padiglione sospeso.  Per i bambini è certamente un luogo attrattivo, in mezzo alla Natura, e dominante.

Naturalmente queste sono solo alcune  idee iniziali, che hanno bisogno di un più approfondito confronto con l’Amministrazione e di un Progetto di Fattibilità fatto nei termini di legge per avvicinarsi a realizzare il sogno di cui parlavamo nella prima riga di questa nostra sintesi.